sabato 2 aprile 2011

Recensione: Peggy Sage - cake eyeliner

Purtroppo i cake eyeliner non hanno a che fare con le torte, no. Sono delle cialidine simili ad ombretti, minute e poco appariscenti, e questo di Peggy Sage non fa eccezione. A me piace utilizzare ombretti compatti o, meglio ancora, in polvere libera, come eyeliner. Bagno appena il pennello (utilizzo una goccia di lacrime artificiali invece dell'acqua: mi sembra che il colore risulti più vivo), e sono pronta a tracciare una linea assai precisa: sostanzialmente è questo il tipo di vantaggio che offre, secondo me, questo metodo per delineare gli occhi.
Ho preso questo prodotto per curiosità e credendo che avrei potuto usarlo come gli ombretti bagnati, ed in effetti è così; ma questo eyeliner ha bisogno di un grado tutto suo di umidità del pennello, e se non lo si individua è dura tracciare delle belle linee. È necessario, insomma, farci un po' la mano: non potete applicarlo mentre siete sovrappensiero, per intenderci, altrimenti rischierete di ritrovarvi con una linea acquosa e grigetta che vi cola giù dall'occhio! Quindi avrete intuito che non è il massimo della praticità, e che nei momenti in cui magari si ha poco tempo e non si è ancora riuscite a "capire" questo prodotto, è più saggio utilizzare altro. 
Però, come vi dicevo, è perfetto per delineare con precisione estrema gli occhi, a patto ovviamente che si disponga di un buon pennello (a mio avviso, meglio se angolato): se come me amate le linee molto sottili oltre che quelle più spesse, questo eyeliner è particolarmente adatto a voi. Il colore è abbastanza intenso e la finitura del tratto è opaca; è anche piuttosto resistente. Io l'ho comprato in offerta in una profumeria che dismetteva il marchio, pagandolo 3 euro e 50, ma credo che a prezzo pieno costi intorno ai sei euro. Nulla di sconvolgente, in definitiva, e niente che un ombretto minerale nero mat non possa darvi in termini di colore -anzi- e precisione del tratto; forse, però, questo eyeliner offre qualcosa in più per ciò che concerne resistenza e durevolezza. Comunque, nell'insieme, è secondo me un prodotto abbastanza valido... se volete provarlo, quindi, armatevi di pennellino e di tanta pazienza!


10 commenti:

Cipria ha detto...

Ummmm....post moooolto interessevole ^^
Non ho mai mai mai provato ninete di Peggy Sage, senza una ragione particolare eh, però quando guardavo il banchetto alla fine desistevo sempre :(
Ma i suoi prodotti mi hanno sempre incuriosit eh, quindi questa recensione mi interessa in modo particolare, soprattutto per la resistenza della righetta :)
Grazie!! :*

Feddy ha detto...

le linee sembrano molto belle!
a me questo tipo ti prodotto piace parecchio!

CompagneDiMerende ha detto...

io della peggy sage trovo solo gli smalti....che tristezza!!!
sissy

BrilliDiLuce ha detto...

Ciao, ecco un premio per te sul mio blog:http://brillidilucenailart.blogspot.com/2011/04/kreativ-blogger-award.html Brilli di luce.

MissAudrey88 ha detto...

C'è una sorpresa per te sul mio blog ^_^

http://non-solo-make-up.blogspot.com/2011/04/stylish-blogger-award.html

RamblinRose ha detto...

@Feddy: la foto è molto ravvicinata, quindi non so se si percepisca, ma le linee più sottili sono VERAMENTE sottili :D

RamblinRose ha detto...

@BrilliDiLuce, MissAudrey88: vi ho ringraziate già sui vostri blog, ma lo faccio anche qui...! ^^

Marielise ha detto...

bellissimo blog sono una nuova follower passa da me se ti va ^^

RamblinRose ha detto...

Grazie Marielise, sono già tua follower, comunque! E quindi sono aggiornata sui tuoi post! :D

Lucia ha detto...

molto carino! :)

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...